Bonifica dell’amianto lungo l’asta del torrente Cellina

Condividi su

Tra gli interventi per oltre 7 milioni di euro che la Regione Friuli Venezia Giulia ha deciso di finanziare nell’ambito della prevenzione del rischio idrogeologico in provincia di Pordenone, figurano anche la bonifica dell’amianto lungo l’asta del Cellina nonché l’avvio dello sghiaiamento del lago di Barcis come previsto dalla Protezione civile.

Si tratta di 24 lavori che verranno eseguiti lungo i corsi d’acqua del Friuli occidentale dal Consorzio di Bonifica Cellina Meduna.  “Questo aspetto – ha dichiarato l’assessore regionale all’ambiente Sara Vito – è uno dei punti qualificanti del progetto sul contrasto al rischio idrogeologico del territorio. Un meccanismo che deve diventare virtuoso affinché la manutenzione dei corsi d’acqua sia costante e puntuale“.

L’assessore ha poi ricordato come sia di fondamentale importanza il confronto con i sindaci per ricevere da loro, che presidiano il territorio, l’indicazione di eventuali criticità prima di mettere mano alla progettazione esecutiva” e ha annunciato che tra qualche mese la Regione farà un ulteriore aggiornamento sullo stato di avanzamento dei lavori e  nuovi sopralluoghi per avere maggiore accortezza degli interventi programmati.